1

pd gazebo

PIEMONTE - 16-08-2022 -- Sono stati definiti i nomi di tutti i candidati del Partito Democratico alle elezioni del 25 settembre. L'iter verso le elezioni politiche prosegue dunque a pieno ritmo, questo dopo la presentazione, sabato, dei simboli da parte di tutti i partiti e i movimenti in corsa. Entro il 18 il Viminale confermerà gli ammessi e deciderà i non ammessi, la Cassazione avrà due giorni di tempo per valutare eventuali ricorsi. Tra il 21 e il 22 agosto, dovranno essere infine presentate le liste. Il Partito Democratico è il primo ad uscire ufficialmente con nomi e cognomi. Come avevamo anticipato, Enrico Borghi, per due volte deputato, sarà capolista nella circoscrizione Piemonte 2 per il Senato, circoscrizione che include tutte le province fatta eccezione la Città Metropolitana di Torino.
Ed ora gli altri nomi per il Piemonte.

Partiamo dalla Camera dei Deputati. Deborah Serracchiani è capolista nel collegio plurinominale di Torino 1; dietro di lei ci saranno Mauro Laus, Maria Cecilia Guerra e Stefano Lepri, mentre per il plurinominale di Torino 2 sono stati indicati Mauro Berruto, Francesca Bonomo, Nicolò Farinetto e Federica Sanna.
Per la circoscrizione Piemonte 2, al collegio 1 ci saranno Federico Fornaro, Milù Allegra, Rinaldo Piola e Maria Moccia, mentre al collegio 2 Chiara Gribaudo, Daniele Borioli, Ornella Lovisolo e Mauro Calderoni.
Per gli uninominali, alla Camera in Piemonte 1 ci saranno per Torino Circoscrizione 3 Stefano Lepri, per Collegno Davide Gariglio, per Chieri Antonella Giordano e per Moncalieri Carmen Bonino. In Piemonte 2, per Alessandria un candidato della coalizione, per Novara Milù Allegra, a Vercelli Maria Moccia, per Asti Andrea Vigone e per Cuneo Luca Pione.
Per il Senato, capolista su Piemonte 1 Anna Rossomando seguita da Andrea Giorgis, Beatrice Lorenzin e Francesco Verducci, mentre in Piemonte 2 al capolista Enrico Borghi seguono Rita Rossa, Matteo Besozzi e Bruna Sibille.
Sempre per il Senato (uninominali), Andrea Giorgis per Torino Circoscrizione 2, Matteo Besozzi per Novara e Rita Rossa ad Alessandria.

Va ricordato che con l'aiutale legge elettorale, il cosiddetto "Rosatellum" circa un terzo dei seggi viene assegnato in collegi uninominali, e altri due terzi in collegi plurinominali.
Nei collegi uninominali si elegge un solo rappresentante nei plurinominali se ne elegge più di uno. I collegi uninominali vengono assegnati con il metodo maggioritario (vince il rappresentante del partito o della coalizione che prende un voto più degli altri), per il plurinominale i seggi vengono assegnati con metodo proporzionale tra i partiti.