1

App Store Play Store

ss33 arona

ARONA - 29-07-2021 -- Tempi lunghi per la riapertura della SS33 del Sempione nel tratto in cui si è verificato il cedimento della strada. Così il sindaco Federico Monti: "Ho avuto un incontro con i tecnici dell’Anas, della ditta che sta ricostruendo il muro di sostegno della Statale e con i rappresentanti di Acqua Novara Vco. I tempi per il ripristino si dilatano. A settembre Anas conta di aver ricostruito il muro fino ad un metro e 20 centimetri dal sedime stradale. Qui entrerà in gioco Acqua Novara Vco che dovrà rifare la rete fognaria andata distrutta nel crollo. Seguirà l’intervento di creazione del nuovo marciapiede a sbalzo sul lago. Pertanto l’ipotesi è che la strada possa essere riaperta, in modo ottimistico, verso l’inizio di novembre. Per fare prima ci sarebbe una soluzione radicale: chiudere tutta la Statale per un mese, ma significherebbe deviare tutto il traffico sul Vergante e sull’Autostrada. Un’ ipotesi non percorribile". Il consigliere di minoranza Carla Torelli del gruppo “Arona Domani” ha chiesto con una nota chiarimenti sui motivi del crollo: “ Vogliamo sapere se i lavori ,effettuati due anni fa alle Rocchette dal Comune, non abbiano contribuito al cedimento della sede stradale". Monti replica: “La strada è di Anas ed a quell’ente bisogna chiedere le informazioni circa le cause del crollo, che peraltro è avvenuto più a nord rispetto alla spiaggia delle Rocchette dove comunque non sono stati effettuati lavori invasivi. Quindi escludiamo che questi interventi abbiano provocato il crollo". (M.R)

 

Foto repertorio